La Casa Conviviale 2017

prima

 

La casa è il luogo della memoria, la nostra identità, ma anche il luogo dove l’io sociale trova la sua realizzazione. Oggi in casa ognuno ha i suoi spazi, ma spesso manca il calore del “fuoco” intorno al quale sviluppare relazioni sociali che danno senso e arricchimento alla vita del singolo individuo. La casa, come il luogo di lavoro, deve favorire una connessione tra i mondi di chi la vive, ma anche di chi ci passa occasionalmente, incoraggiando una ritualità dei momenti comunitari come fossero sacri. Un bravo architetto deve essere in grado quindi di creare in un luogo un’atmosfera tale da indurre chi lo vive ad abbandonare ogni sovrastruttura e a mostrare la parte più vera di sé entrando in comunicazione con gli altri. Ecco perchè “La casa conviviale”…

Arch. Grazia Torre